Gli Stati Uniti respingono la proposta della Russia, gli Stati Uniti aumenteranno le armi nucleari!

Accordo nucleare USA Russia

Il consigliere per la sicurezza nazionale degli Stati Uniti O. Bryan ha affermato che il presidente russo Vladimir Putin aveva proposto di estendere di un anno l’accordo sul nuovo inizio. Ma l’amministrazione Trump l’ha rifiutata.

 

Washington: Gli Stati Uniti d’America hanno respinto la proposta della Russia che le armi nucleari tra i due paesi non dovrebbero essere C’è un patto da aumentare. Il trattato è terminato da tempo, dopo di che si credeva che il mondo potesse competere tra queste due superpotenze per aumentare le armi nucleari.

La proposta proveniva dalla stessa Russia

Il consigliere per la sicurezza nazionale degli Stati Uniti O. Bryan ha affermato che il presidente russo Vladimir Putin aveva proposto di estendere di un anno l’accordo sul nuovo inizio. Ma l’amministrazione Trump l’ha rifiutata. O’Brien ha detto che gli Stati Uniti sono favorevoli a vietare rigorosamente le armi nucleari. La Russia deve ripensare alla sua proposta.

Nuovo accordo di inizio che terminerà a febbraio del prossimo anno

Il nuovo START (Trattato di riduzione delle armi strategiche) terminerà nel febbraio del prossimo anno, che è stato firmato nell’anno 2010.

La Russia aveva proposto un accordo incondizionato

La proposta russa è stata presentata dal ministro degli Esteri russo Lavrov. Ha detto che il presidente della Russia non vuole porre alcuna precondizione prima di ulteriori colloqui. In modo che non ci siano problemi nelle conversazioni future.

L’arbitro americano ha rivendicato il “Gentleman’s Agreement”

Prima di respingere la proposta degli Stati Uniti, Marshall Billingsley, coinvolto nei colloqui a nome degli Stati Uniti, aveva affermato che entrambi i paesi avevano raggiunto il “Gentleman’s Agreement”. Tuttavia, dopo questo, la Russia aveva chiesto un cambiamento delle condizioni, affermando che la condizione preliminare del divieto delle armi dovrebbe essere rimossa prima dell’estensione dell’accordo. Su questo tema, l’America si è ritirata dalla proposta.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

%d bloggers like this: